10.000 dollari al gruppo di troll "Pro-Trump", fondatore di Oculus nei guai

10.000 dollari al gruppo di troll "Pro-Trump", fondatore di Oculus nei guai

Questa notizia è terribile, non tanto per il suo contenuto, quanto perché legittimerà tutte le persone convinte a seguito della passata polemica che il Partito Democratico effettivamente paghi dei troll che litighino di proposito con i militanti del M5S. KI TI PAGA tornerà di moda. A sto giro comunque si parla di elezioni americane, e il PD non c’entra: a essere al centro della bufera è infatti Nimble America, un gruppo pro-Donald Trump che ha ricevuto soldi anche da Palmer Lucky, fondatore di Oculus e che ora potrebbe aver messo l’azienda che produce il Rift per Facebook in una posizione un po’ scomoda.

 

Questo è l’articolo del quale parlo alla fine del video. Per ricordarci come le questioni di oggi siano drammaticamente simili alle questioni di ieri, solo con nomi, colori e accenti diversi - http://bit.ly/2d0NmS8

 

Votami ai Macchianera Awards però - http://bit.ly/2clY8x3

Nahed Hattar colpito per una vignetta? - http://bit.ly/2dmqEmV

Snapchat lancia Spectacles e ahaha dai vi prego - http://bit.ly/2cwFBwF

Il canton Ticino in Svizzera non vi vuole - http://bit.ly/2cwG0iN

In Polonia vogliono abolire l’aborto completamente - http://on.wsj.com/2dbfm1C

Palmer Luckey, Oculus, Trump e Nimble America - http://bit.ly/2cFOJm9