A 11 anni perde la vita cercando di replicare un PRANK visto su YouTube

Alla fine era ovvio che sarebbe successo, e da oggi non potremo più dire che “prima o poi ci scapperà il morto”, perché il morto ci è scappato e aveva 11 anni. Il bambino americano, residente con la famiglia in Georgia, ha perso la vita cercando di imitare un “prank” visto su YouTube, uno dei tanti scherzi virali (spesso finti) che sono ormai tanto popolari sulla nota piattaforma di videosharing. La domanda è quindi la solita, ancora più pesante vista la gravità della questione: gli YouTubers hanno una responsabilità nei confronti dei loro utenti, specie quelli più giovani? Basta un disclaimer per pulirsi la coscienza?

 

Tu votami ai Macchianera Awards però - http://bit.ly/2clY8x3

Lo scherzo alla madre finito male in Georgia - http://2wsb.tv/2cR3H66

Il bambino impiccato: GoFundMe per il funerale - http://bit.ly/2ck2Ry8

Il 4 Ottobre Google lancia un nuovo telefono - http://bit.ly/2cmrY81

I due italiani rapiti in Libia - http://bit.ly/2crH3Uc

La mappa delle regioni più colte d’Europa - http://bit.ly/2cABDnE

Pokemon Go: rapinato in diretta streaming - http://bit.ly/2crFm9G

 

La tregua in Siria è già finita, colpito convoglio ONU - http://ind.pn/2ck2K5n