Post-referendum e legge elettorale: cosa succede e perché, spiegato semplicemente

Il referendum, dopo una campagna referendaria allucinante, è passato e ha vinto il NO: la costituzione, il senato, il CNEL e tutto il resto rimangono invariati. Il premier Matteo Renzi ha annunciato la volontà di dimettersi, e Mattarella è costretto a fare i conti con parte delle opposizioni che chiedono modifiche all'Italicum, e con il movimento cinque stelle che vorrebbe invece andare al voto subito. Ora si apre un altra fase, molto più importante: il dopo. Cosa succederà? Cerchiamo di spiegarlo in pochi minuti, così da avere chiare le idee e pronte le argomentazioni quando, durante il cenone di natale, vi ritroverete a confrontarvi con i vostri parenti. Tutti abbiamo quel tipo di parenti.